Image Alt

Tre strategie di gestione del tempo

Tre strategie di gestione del tempo

Quante volte succede di arrivare a fine giornata e non aver fatto nemmeno la metà delle cose che ci eravamo prefissati? Se accade solo ogni tanto non è un grave problema, ma se diventa una costante allora è necessario fermarsi e approcciarsi in modo diverso alla gestione del tempo.

Ci sono vari modi e tecniche per ottimizzare quotidianamente le nostre risorse in modo efficace: te ne raccontiamo tre.

1) Definisci i tuoi obiettivi e le priorità

Ogni mattina, prima di immergerti nella frenesia quotidiana, stila una lista delle cose che vorresti fare nel corso della tua giornata. Una volta fatta la lista, definisci una priorità delle azioni da compiere: se, ad esempio, fosse più urgente pagare l’assicurazione della macchina che è in scadenza, definisci questa come la prima cosa da fare.

Esiste una teoria accreditata nell’ambito della gestione del tempo, chiamata regola 80/20, secondo la quale solo il 20% delle azioni veramente importanti che svolgiamo definirebbe l’80% dei nostri obiettivi: definendo a monte le priorità, eviteremmo inutili dispersioni di tempo e saremmo più concentrati nel portare a termine i nostri obiettivi.

gestione del tempo cowalking

2) Schedula il tuo tempo

Hai definito le azioni da compiere oggi? Bene, adesso collocale in uno spazio temporale ben preciso, dando ad ognuna la sua collocazione oraria.

Ecco un esempio:

  • Dalle 9 alle 9.30 – pagare assicurazione della macchina
  • Dalle 9.30 alle 11.30 – scrivere un articolo per il blog
  • Dalle 11.30 alle 13.30 – andare al supermercato

In questo modo, ogni attività ha la sua fascia oraria di riferimento e avrai più chiare quali sono le reali priorità della giornata.

3) La tecnica del pomodoro

Sei davanti al computer, intenzionato a lavorare a capofitto su quella presentazione richiesta dal tuo cliente, ma proprio non c’è verso di mantenere l’attenzione viva per più di cinque minuti: o squilla il telefono, o arriva una mail e non resisti dalla curiosità di leggerla, oppure ti viene proprio ora in mente che vorresti prenotare un weekend fuori con gli amici e inizi a vedere le mete possibili. Ok stop: qui ci vuole un po’ di disciplina!

La tecnica del pomodoro può accorrere in tuo aiuto: si tratta, questa, di una strategia di gestione del tempo ideata da un imprenditore e sviluppatore di software, Francesco Cirillo, alla fine degli anni Ottanta. Perché “pomodoro”? Il nome deriva dalla forma a pomodoro dei timer per la cucina, di quelli che utilizzati per controllare i tempi di cottura delle pietanze.

gestione del tempo cowalking

Attraverso questo semplice oggetto, che possiamo sostituire tranquillamente anche con il timer sul nostro smartphone, possiamo regolare la nostra gestione del tempo: si sceglie un’attività da completare, si imposta il timer a 25 minuti, durante i quali lavorerai sull’attività selezionata senza cedere alle distrazioni, fino allo squillo del timer.

Solo a questo punto potrai fare una pausa di cinque minuti, per poi reimpostare il timer su altri 25 minuti e ricominciare. Dopo aver seguito questo ciclo per quattro volte, potrai prenderti un pausa più lunga, della durata di 15 o 30 minuti. La tecnica è molto semplice e può portare a notevoli miglioramenti nell’ottimizzazione delle proprie giornate.

Oggi ti abbiamo raccontato tre modi per iniziare a gestire il tuo tempo quotidiano in modo più efficace: sai però che ci sono altre tecniche molto interessanti per gestire i tuoi obiettivi a lungo termine?

Se sei interessato, inviaci una e-mail e ti terremo informato sui futuri corsi di formazione sulla gestione del tempo che organizzeremo al Cowalking!